Blog Tutto quello che c'è da sapere sulle successioni

pexels-photo-323780.jpeg

Valore degli immobili in successione

Come calcolare il valore degli immobili ereditati da inserire nella dichiarazione di successione.

Il valore degli immobili in successione

Il valore degli immobili in successione da dichiarare è quello di mercato.

Tuttavia non possono essere rettificati i valori degli immobili che risultano iscritti in catasto con attribuzione di rendita e dichiarati con un valore non inferiore al prodotto risultante dalla moltiplicazione della rendita per gli attuali coefficienti riportati in tabella (art. 34 TUS e art. 2 TUIC). Ne sono esclusi solamente i terreni edificabili.

Ciò significa che agli immobili dichiarati in catasto con attribuzione di rendita catastale definitiva o proposta, ai fini fiscali della dichiarazione di successione, può essere attribuito il valore risultante dal prodotto dalla rendita indicata nelle visure catastali per un determinati coefficienti, che sono di seguito riportati.

Normalmente il valore degli immobili così calcolato è inferiore al reale valore di mercato. E’ evidente che tale minor valore comporta una minor imposizione fiscale a carico degli eredi e legatari.

Per gli immobili che invece non hanno una rendita è necessario invece ricorrere al valore di mercato.

 

Determinazione valore piena proprietà

 

Categoria catastalecoefficiente di trasformazione
A (escluso A/10), C/2, C/6 e C/7 ed altri fabbricati126
A (escluso A/10), C/2, C/6 e C/7 agevolazione prima casa115,5
A/10 e D63
C/1 ed E42,84
Terreni agricoli112,5

 

*Coefficienti già rivalutati del 5% relativamente ai fabbricati e del 25% relativamente ai terreni.

 

Esempio: appartamento A/4 con rendita catastale di euro 430,00 il valore da dichiarare è 54.100,00 (430,00 x 126)

 

Determinazione del valore degli altri diritti reali

Diritto Determinazione valore
Proprietà gravata da diritti reali
di godimento
Differenza tra il valore della piena proprietà e quello del diritto da cui è gravata, come sotto indicato
Usufrutto, uso e abitazioneValore determinato moltiplicando il valore della piena proprietà,
per il saggio legale d’interesse e per il coefficiente di cui alla tabella allegata
al Tur (D.P.R. 131/1986)
EnfiteusiVenti volte il canone annuo o, se maggiore, la differenza tra il valore della piena proprietà e la somma dovuta per l’affrancazione
ConcedenteSomma dovuta per l’affrancazione

Avv. Riccardo Gallenga

GALLENGA STUDIO LEGALE 50129 Firenze, viale Spartaco Lavagnini 43 tel. +39 055 483142 fax +39 055 0763490 INFO@AVVGALLENGA.COM INFO@PEC.AVVGALLENGA.COM

Add your comment